Roy Lichtenstein

Se appena sfornati, è come fare colazione seduti sull’erba nel Giardino delle Delizie. I croissants, devo però precisare, non sono solo un classico della prima colazione francese (che poi i francesi hanno ben poco di che tirarsi, visto che hanno scopiazzato e poi modificato la ricetta da un dolcetto austriaco, tale kipferl) e internazionale:  sono quel tocco di burrosa eleganza che può far da protagonista o da accompagnatore ai piatti della nostra tavola, da mattina a sera. Che siano farciti con marmellata, crema di nocciole, di pistacchio, formaggi cremosi, prosciutto crudo, gorgonzola con scaglie di pere, salame e speck, le vostre papille gustative vi chiederanno di volta in volta bis e tris. Io spesso mi concedo un intero pasto con croissant salato seguito da croissant dolce. Fa bene alla mente e al corpo.
Ma andiamo al protagonista della qui presente ricetta, il maestro pop Roy Lichtenstein, colui che, oltre ad aver trasferito le immagini del fumetto in pittura, è stato il mago del falso retino fotografico che dà l’impressione che ogni sua immagine sia l’ingrandimento fotografico di un’immagine stampata. La versione dei cornetti che ci propone è quella del figlio Mitchell, attore. Vediamo subito quello che ci serve, ma prima cliccate qui sotto per vedere la video ricetta:

Ingredienti per 18 croissants:
10 gr di lievito a cubetto o 1 cucchiaio di lievito in polvere
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di sale (meglio 1/2)
1 cucchiaio d’olio
100 gr di latte
250 gr di farina
113 gr di burro tagliato a pezzetti
1 tuorlo
2 cucchiai di panna da montare

Procedimento:
Versa la farina in una grande ciotola, fai la fontana al centro, mescola lo zucchero e il sale. Aggiungi l’olio e il latte, nel quale avrai precedentemente sciolto il lievito. Impasta bene finché l’impasto non sia morbido ed elastico. Forma una palla e lascia riposare in frigo per 15 minuti.
Srotola l’impasto e forma un rettangolo. Spalmane 2/3 di burro, piega l’ultimo terzo su metà dell’impasto col burro e piega nuovamente i 2/3 sovrapposti sul restante 1/3 spalmato di burro. Pressa bene l’impasto e lascialo riposare in frigo per 1 ora. Ripeti l’operazione tre volte, stendendo ogni volta l’impasto a forma di rettangolo. Alla fine, dopo averlo steso nuovamente con il matterello, taglialo in lunghi triangoli. Arrotolali partendo dalla base e finendo sulla punta. Disponi i cornetti su una teglia e poni in frigo per mezz’ora. Preriscalda il forno ben caldo. Mescola il rosso d’uovo e la panna e spennella la superficie dei croissant. Lascia i cornetti altri venti minuti a temperatura ambiente, cuoci in forno molto alto per i primi cinque minuti quindi riduci la temperatura e continua la cottura per altri dieci minuti, finché la loro superficie non risulti ben dorata.

Commenti:
Il procedimento che consiste nel piegare in terzi l’impasto è quello delle “girate”, e lo si fa per distribuire il burro strategicamente sulla superficie del croissant. Se ben fatto, una volta cotto e tagliato a metà con il coltello, l’interno dovrebbe essere a nido d’ape. Non preoccupatevi se non vi riesce dalle prime volte, ci vuole impegno e pazienza, e il gusto sarà sempre ottimo.

IMG_1391

If very fresh, it’s like having breakfast on the Garden of Delice. Croissants, I must underline, are not a simple evergreen of french and international brekfast (moreover, croissants are not a 100% french recipe: french chefs modified the austrian kipferl recipe): they are an elegant “touch” that can be a protagonist or  a side dish in our tables, from morning to dinner. Croissants with jam, with nutcream, with pistache cream, with cream cheese, with bacon, with gorgonzola and pears, with sausages: our papilla will ask for a bis or tris every time. I often prepare a meal with salty croissant, followed by a sweet one. It’s good for mind and body.
Let’s go to the protagonist of the following recipe, the pop master Roy Lichtenstein, famous for havin transferred the comic’s pictures in the paintings. His croissant’s version is his son Mitchell’s one. Let’s see what we need, but before click here to see the video recipe:

Ingredients makes 18:
10 gr yeast or 1 tablespoon yeast
1 tablespoon sugar
1 teaspoon salt
1 tablespoon oil
1 cup milk
2 and 1/2 cups flour
1 stick butter, cut into thin pieces
2 tablespoons heavy cream

Procedure:
Place flour in a large mixing bowl. Make a well in center of mould. Mix sugar and salt and pour into the well. Add oil and milk (in which you melted the yeast). Blend well and knead until dough is elastic. Gather into a ball and refrigerate for 15 min.
Roll dough out into a rectangle. Spread 2/3 of butter, fold last third on half of dough, and again the 2/3 on the remaining 1/3 of dough. Wrap in plastic and chill 1 hour. Repeat the operation 3 times. Roll dough out and cut in triangles. Roll each triangle from the base to the tip.
Place croissants on buttered and floured baking pans and refrigerate for 30 min. Preheat oven very hot. Mix egg yolk and cream and brush the croissants with the mixture. Let stand 20 min. at room temperature. Bak for 5 minutes in hot oven, and for 8-10 min. at lower heat, until they are golden brown.

Comments:
Lichtenstein says that these can be frozen when cooled and defrosted for a lovely Sunday morning breakfast.
The procedure consisting in folding the dough in thirds is important for distributing well the butter inside the croissant. If you do it very well, when the croissant is ready and cooked, and cut in half, you can see a sort of “bee nest”. Don’t worry if you cannot see it immediately, it’s question of technic, and the taste will be always good.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...